La Fondazione Un futuro per i nomadi svizzeri

La Fondazione Un futuro per i nomadi svizzeri è stata creata dalla Confederazione nel 1997. Essa ha il mandato di garantire e migliorare le condizioni di vita dei nomadi in Svizzera, promuovendo a tale scopo la collaborazione tra Confederazione, Cantoni e Comuni. Inoltre dovrebbe contribuire a far sì che questa minoranza, per lungo tempo discriminata e perseguitata anche in Svizzera, possa mantenere la propria identità culturale. Oggi i nomadi sono una minoranza nazionale riconosciuta dalla Confederazione. Il lavoro della Fondazione è incentrato sulla vita nomade di Jenisch, Sinti e Rom, indipendentemente dalla loro nazionalità. 

Le nostre priorità

Priorità

Un numero maggiore di aree di sosta fisse e temporanee

Lo scopo della Fondazione è che i nomadi abbiano a disposizione un numero sufficiente di aree di sosta fisse e temporanee. Tuttavia le perizie commissionate dalla Fondazione mostrano come negli scorsi anni il numero aree di sosta sia fortemente diminuito invece di aumentare. L'attuale situazione può essere migliorata solo quando gli strumenti di pianificazione del territorio verranno applicati in favore dei nomadi.

di meno
Priorità

Rafforzare la collaborazione di Confederazione, Cantoni e Comuni

Per raggiungere l'obiettivo della Fondazione è necessaria una più stretta collaborazione di Confederazione, Cantoni e Comuni. A tale scopo la Fondazione elabora documenti, fornisce consulenza alle istituzioni, organizza convegni e informa i media. Assegna anche modesti contributi finanziari per la creazione di nuove aree di sosta nonché per progetti che servano a realizzare l'obiettivo della Fondazione.

di meno
Priorità

Porre termine alla discriminazione dei nomadi

La Fondazione si impegna per evitare ed eliminare le discriminazioni verso i nomadi in Svizzera. Ha fornito un contributo fondamentale all'introduzione di una nuova legge sul commercio ambulante (2001, in vigore dal 2003), e mira a trovare soluzioni per i bisogni specifici inerenti la formazione di bambini e giovani jenisch.

di meno
Priorità

Promozione di progetti culturali e progetti di mediazione

Grazie a contributi dell’Ufficio federale della cultura, la Fondazione ha creato un fondo destinato a promuovere progetti delle minoranze e per le minoranze.

Criteri di valutazione

  • I responsabili di progetto devono essere nomadi svizzeri o i progetti devono essere stati sviluppati in stretta collaborazione con le minoranze
  • I progetti devono avere durata limitata
  • Non si forniscono contributi per ilfunzionamento permanente di organizzazioni
  • Contenuto e qualità professionale del progetto ·       Diffusione, capacità di attirare pubblico e unicità dei progetti

Come presentare una richiesta di contributi 

  • I responsabili di progetto inoltrano una descrizione del progetto, in cui indicano pubblico destinatario e organo responsabile. Si devono ugualmente presentare un bilancio preventivo e indicazioni sul finanziamento.
  • Alla conclusione del progetto le organizzazioni che l’hanno sostenuto dovranno presentare al Consiglio di fondazione un rendiconto e una valutazione.
  • I progetti che riceveranno un sostegno dovranno essere attinenti alla "cultura della minoranza".
  • I membri del Consiglio di fondazione che presentino richiesta di contributi o siano vicini alle organizzazioni che la presentano dovranno astenersi dalla deliberazione.
di meno
di meno

Consiglio di fondazione e segretariato

Alle anzeigen
Christoph Neuhaus
Presidente del Consiglio di fondazione
Christoph Neuhaus
Simon Röthlisberger
Segretario generale
Simon Röthlisberger
Fiona Wigger
Membro, rappresentante Ufficio federale della cultura UFC
Fiona Wigger